Azienda

Introduzione

Nata nei primi anni ’80 come azienda specializzata nell’assistenza per le macchine ad iniezione per le materie plastiche e nelle revisioni tecniche, Ripress si è evoluta nel tempo fino a meritare a pieno titolo la qualifica di costruttore di presse ad iniezione per termoplastici, presente sia sul mercato nazionale che su alcuni mercati esteri, senza mai dimenticare la propria vocazione per il Servizio Tecnico.

Missione

Un servizio a 360 gradi per gli stampatori di materie termoplastiche, affidabile e qualitativo, con un elevato rapporto qualità/prezzo

Timeline
1982
1982 A Sesto San Giovanni nasce la EOS. Fondata sulla trentennale esperienza dei signori Cozzi nel campo della costruzione di presse ad iniezione per termoplastici.
EOS prima, e Ripress poi, si occuperanno di rigenerazione e assistenza di presse ad iniezione.
1987
EOS cambia ragione sociale: nasce la Ripress S.R.L che subito guadagna una struttura più moderna e razionale posizionata a Nova Milanese, cioè al crocevia delle tangenziali milanesi e dunque in posizione più strategica rispetto alla sede originale
1999
La nuova proprietà, sempre familiare ed italiana, dà una decisa spinta verso l’evoluzione della azienda, destinata a commercializzare un proprio prodotto.
2008
Dopo una gestazione di alcuni anni, grazie alla collaborazione di alcuni dei più esperti progettisti ed insieme alla propria clientela, viene finalmente definita la gamma di presse “autenticamente Ripress”, cioè la serie IT che sarebbe stata destinata negli anni successivi a raccogliere un successo di vendite perfino superiore alle aspettative.
2008
Nel giro di poco, la tradizionale attività di rigenerazione (pur mantenuta) passa in secondo piano quasi travolta dalle richieste del prodotto nuovo.
2009
2009 Pur nel pieno della crisi del comparto industriale della plasturgia, Ripress prosegue con lo sviluppo tecnico, sempre basato sul confronto con la clientela e con il coraggio di perseguire sempre e comunque le nuove idee.
Ripress è infatti il primo costruttore in Europa ad installare un sistema idraulico basato sui servomotori e sugli inverter;
Nasce la serie HES destinata a proiettare il marchio Ripress nell’elite dei costruttori di successo.
2013
Ripress presenta la sua prima pressa full electric denominata “Flower”, destinata alla clientela specializzata in articoli tecnici ad alta precisione.
2016
La fine della crisi lascia in eredità la necessità di offrire al mercato un prodotto più differenziato e specializzato
Si diffondono infatti in Italia sia presse full-electric per imballaggio, sia proposte a basso costo per gli stampatori alle prese con le ristrettezze economiche e con la stretta del credito.Ripress affianca alla ormai celebrata serie HES, che vanta una gamma completa da 60 a 1300 tonnellate, una versione a costo contenuto
Nasce così la serie “ECO HES”, che attraverso la massima semplicità, ma senza rinunciare all’affidabilità, consente di arginare l’aggressività delle proposte a basso costo
2016 La necessità opposta, cioè di poter proporre un prodotto sia specializzato che prestazionale al mercato più esigente, porta ad una collaborazione con una azienda leader di respiro internazionale come Dongshin, protagonista insieme alle aziende Sud Coreane dell’elettronica dello sviluppo del paese orientale, autentico protagonista del decennio.
La collaborazione si concretizza con lo sviluppo di una piattaforma di controllo Ripress di ispirazione europea, installata sopra le velocissime full-electric Dongshin delle quali Ripress diventa distributore esclusivo sul mercato nazionale.
2017
2017 Per far fronte sia all’aumento degli ordini che alla crescita di tonnellaggio medio richiesto dal mercato, Ripress si ingrandisce per mezzo dell’acquisizione immobiliare della struttura adiacente, operazione che in pratica raddoppia lo spazio adibito alla produzione in serie di presse ad iniezione.